Ogni paese la sua ricetta 

Bronte e gli arancini
al pistacchio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ingredienti per  30 arancini :

 

1 kg di riso arborio

100 g di burro

150 g di grana grattugiato

500 ml di panna da cucina

una cipolla

150-200 g di pistacchi

circa 30 pezzetti di mozzarella per pizza

prosciutto cotto a dadini (facoltativo)

q.b. uova e pangrattato per la panatura

sale e pepe

olio di semi per friggere

 

Preparazione

 

Iniziamo precisando che, per un’ottima riuscita degli arancini, il riso da condire deve essere FREDDISSIMO. Iniziamo quindi la preparazione magari la sera prima, in modo che il riso abbia il tempo di raffreddarsi

Prendiamo una pentola molto ampia e riempiamola con 2 litri e 300 ml di acqua. Mettiamola sul fuoco e aggiungiamo il riso a freddo. Aggiungiamo qualche cucchiaino di sale, a vostro gusto, e mescoliamo continuamente per non fare attaccare il riso alla pentola. Ci vorranno circa 20-25 minuti (ma dipende dal tipo e dalla grandezza del riso) per far cuocere il riso e assorbire tutta l’acqua.  Se vedete che il riso è ancora crudo e l’acqua è quasi tutta assorbita, aggiungetene altri 50 ml alla volta, non abbondate subito.

Ora che il riso è ben cotto e ben asciutto, trasferiamolo in una ciotola ampia e condiamolo con il grana grattugiato e con il burro. Mescoliamo per bene  in modo che il burro si sciolga bene e che il formaggio arrivi ad ogni singolo chicco di riso.

Copriamo la ciotola con della carta stagnola e lasciamo raffreddare. ( se fa troppo caldo mettetelo in frigo) .

Prepariamo anche il condimento dei nostri arancini: tritiamo la cipolla molto finemente e facciamola soffriggere in poco olio. Aggiungiamo il pistacchio tritato più o meno grossolanamente e infine la panna. Facciamo cuocere per pochi minuti e aggiungiamo il pepe. Se volete potete anche aggiungere del prosciutto cotto, o crudo. Trasferiamo il tutto in una ciotolina, copriamo di stagnola e mettiamola in frigo. (P.S.  la cipolla potete anche ometterla, ma vi assicuro che non si sentirà troppo, ci sta bene) 

Il giorno dopo, o parecchie ore dopo, è il momento dell’assemblaggio! Tagliamo la mozzarella in pezzetti, muniamoci di un cucchiaino per la crema di pistacchio e inumidiamoci le mani. Prendiamo poco riso alla volta e appiattiamolo sulla mano piegata leggermente, per dare al riso una forma concava. Con il cucchiaino mettiamo sul riso appiattito la crema di pistacchio, abbondante!, e un cubetto di mozzarella. Con la mano libera prendiamo un altro po’ di riso e appiattiamolo con il pollice. Giungiamo i due dischi di riso chiudendo le mani mignolo contro mignolo.  A poco a poco  richiudiamo totalmente le mani, in modo che i dischi di riso si siano sovrapposti. Solo quando siamo sicuri che il condimento sia ben sigillato dentro il riso, possiamo procedere a dare la forma che preferiamo all’arancino. Io l’ho fatto a punta per ricordare il vulcano… . Procediamo finché il riso non finisce e mettiamo gli arancini ottenuti in frigo. Nel frattempo prepariamo l’uovo sbattuto( tutto tuorlo e albume) e il pangrattato per impanare. Prendiamo gli arancini dal frigo e passiamoli prima nell’uovo e poi nel pangrattato, meglio se non troppo fine.

Facciamoli compattare un altro po’ in frigo e friggiamoli pochi alla volta in abbondante olio di semi, per friggerne 30 io ne ho usate poco meno di 3 confezioni, cambiandolo ogni 8 – 9 arancini circa. 

Ecco i nostri arancini fritti e pronti da divorare.

 

Stefano