• Nicchi nacchi

La fontana della Provvidenza torna a risplendere

Siamo in Piazza Giovanni Verga, e nel 1956 il comune di Catania bandì un concorso per la costruzione di un monumento in onore del grande scrittore verista Giovanni Verga.

Lo scultore, Carmelo Mendola vinse il concorso e realizzò la "fontana della Provvidenza", un gruppo scultoreo artistico raffigurante la scena drammatica del naufragio della Provvidenza, l'imbarcazione di proprietà della nota famiglia di pescatori di Trezza: I Toscano, detti i Malavoglia. Passano gli anni, diverse amministrazioni comunali, diverse inefficienze e disattenzioni, e la fontana perde il suo splendore, i getti d'acqua non funzionano più, il tempo "incupisce" il marmo e le macchine in sosta ne nascondono la bellezza singolare. Siamo nel 2019, e i lavori di restaurazione stanno per prendere forma, un progetto che pone l'attenzione a non modificarne la struttura e a riportare la fontana al suo splendore. I lavori di restauro inizieranno entro Gennaio. «All’improvviso il vento si mise a fischiare al pari della macchina della ferrovia, quando esce dal buco del monte, sopra Trezza, e arrivò un’ondata che non si era vista da dove fosse venuta, la quale fece scricchiolare la Provvidenza come un sacco di noci, e la buttò in aria. […] In questo momento s’udì uno schianto: la Provvidenza, che prima si era curvata su di un fianco, si rilevò come una molla, e per poco non sbalzò tutti in mare […]. Allora si udì una voce che gridava: – Ahi! come di uno che stesse per morire. […] La barca si raddrizzò, ma padron ‘Ntoni non si raddrizzò, lui, e non rispondeva più a ‘Ntoni che lo chiamava». Dai I Malavoglia, Giovanni Verga.





11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti